granloggiascozzesefemminil
Home
Storia
Lettera della G .°. M .°.
News
Pagine Scelte
Principi Massonici
Pensieri di alcune Sorelle
Il nostro Tempio
L'amore
Foto e Multimedia
Contatti
 Se avete feedback su come possiamo rendere il nostro sito più consono per favore contattaci e ci piacerebbe sentire da voi. 

 



inizio



Libertà Fratellanza Uguaglianza

L’inscindibile Trinomio nella Massoneria contemporanea


trinomio
 

 

Ferdinand V. Eugène Delacroix, La Liberté guidant le peuple

(La libertà che guida il popolo)1830, Museo del Louvre, Parigi





sc
 

IL Filo di Arianna

QUADERNI DI RIFLESSIONI MASSONICHE

 

Libertà Fratellanza Uguaglianza

L’inscindibile Trinomio nella Massoneria contemporanea

 

N: 1 ANNO 2018 E. V.

 

Indice

 

Prefazione

 

Nota di copertina

 

Incipit

 

LIBERTA'

Realizzazione di un livello di coscienza

 

UGUAGLIANZA

Partire dalle differenze individuali per delineare l’architettura

delle uguali Colonne di un’unica Loggia. Una provocazione riflessiva

 

FRATELLANZA
Un percorso d’Amore verso il bene comune

 

Prefazione

 

Questo opuscolo frutto del lavoro delle Sorelle Sarah Tronco, Emilia Luigia Pulitanò e Rosa Ciacco, vuole offrire momenti di riflessione più attenti sul Trinomio Libertà, Uguaglianza, Fratellanza che da sempre costituisce uno degli argomenti più discussi negli ambiti della Massoneria. Inoltre la pratica della libertà, dell’uguaglianza e della fratellanza crea il giusto atteggiamento che il Massone deve mantenere rapportandosi con la società, ecco perché di ognuno di essi bisogna realmente comprenderne il significato.

Da una visione distorta degli stessi ne deriva inevitabilmente un approccio sbagliato con gli stessi Fratelli Massoni, ma soprattutto con tutta l’Umanità. È questo, un pericolo che incombe sempre quando nelle Logge non si dà il giusto valore e il giusto significato a ciò che con chiarezza, invece, viene espresso nei regolamenti e negli articoli della nostra Costituzione e che potrebbe essere, invece, interpretato liberamente.

La Massoneria ha bisogno più che mai di formare uomini giusti e retti che possano aiutare la società riportando in ogni ambito correttezza, morale, giustizia, valori questi che andiamo perdendo ogni giorno di più.

Facciamo in modo che la Massoneria non diventi come la spiaggia del mare, fatta tutta di sabbia, dove poche sono le pietra e ancora più rare quelle squadrate, che possono servire per ergere costruzioni sempre più alte e durature.

Ogni Maestro deve costituire l’”esempio” per gli Apprendisti e per i Compagni perché è solo dall’esempio che si traggono le migliori lezioni di vita ed i migliori insegnamenti.

Dai concetti di Libertà, Uguaglianza e Fratellanza non si può prescindere, e nulla si può insegnare prima di essi e nulla può esserci al di fuori di essi, perché un massone si riconosce tale solo se esercita giorno dopo giorno la libertà, nel rispetto dell’uguaglianza e nella propensione alla pratica della fratellanza universale

 

La Gran Maestra della G.L.I.S.F.

Elisabetta Fatima Porchia 3.·. 33°

 

 

 

 

 

 

 


 

Site Map